[ditty_news_ticker id="6692"]

Perché questo sito?

Luca Coscioni a casa con Maria AntoniettaQuesto sito è un modo per ricordare e per incontrarsi. Il ricordo stesso è un modo di incontrarsi e “trovarsi”. Qualcuno ha detto che il nostro tempo sarebbe caratterizzato da una sorta “di presente permanente”, nel quale manca “ogni rapporto organico con il passato storico del tempo in cui essi vivono”. Ecco, noi con questo sito intendiamo “fare” e “dare” tesoro della nostra memoria, del nostro passato.

 La memoria è quella facoltà che ci permette, nel suo scandire il distacco dal passato, di cercare di comprendere quello che è accaduto, e anche quello che accade, ne fornisce le chiavi interpretative.

In questo sito troverete tutto quello che ha fatto Luca Coscioni, perché lo ha fatto, con chi, e come: viene raccontato il suo percorso umano, la sua maturazione ed evoluzione politica, le difficoltà e gli ostacoli che ha incontrato nel suo cammino, i meschini boicottaggi, le vittorie e le conquiste… Qui sono raccolti i suoi interventi, gli articoli, i discorsi; le proposte e le iniziative che grazie a lui, a persone come lui e a quanti gli hanno voluto bene, sono state incardinate nell’agenda politica, e da cui non si può più, ormai, prescindere. Quello che su Luca è stato detto e scritto.

Il sito è anche, un cantiere aperto: intende essere il propulsore, il megafono, il luogo di incontro e confronto per tutte quelle iniziative finalizzate alla libertà di ricerca, che un oscurantismo e un’inquisizione non meno micidiali che nel passato, la minacciano, la ostacolano. Una crescente, irrazionale, inquietante ondata antiscientifica influenza, oggi più di ieri, le scelte di politica della scienza; è un’offensiva che va contrastata: difendere la libertà di ricerca scientifica, promuovendo in particolare l’educazione e la cultura scientifica, oggi più che mai, significa difendere la democrazia, laddove manca o si sta indebolendo. A questo serve il sito, per questo intendiamo operare, in nome e ricordo di Luca e dei tanti Luca, fratelli e sorelle ignoti perché ignorati.

Condividi la storia di LucaShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone
http://www.lucacoscioni.it/lucacoscioni/contenuti/estensioni/wp-accessibility/toolbar/css/a11y-contrast.css