I funerali di Luca Coscioni

Ieri a Orvieto si sono svolti i funerali di Luca Coscioni, e in spirito chi scrive era lì. Ma qui coglie l’occasione per aggiungere a quel che ha già scritto di Luca e della sua lezione l’incoraggiamento a Maria Antonietta, la moglie. Ieri si è detta pronta ad assumere l’impegno di proseguire la battaglia politica di Luca. Il nostro dolore privato – ha detto Maria Antonietta – si era trasformato in impegno pubblico, non sentivamo più la differenza». Di questo continua e continuerà a esserci assoluto bisogno. L’associazione Luca Coscioni deve continuare nel suo impegno, e proprio la lezione a noi tutti di Luca continuerà a fruttificare per chi oggi è malato e per chi oggi è sano e magari domani potrebbe ammalarsi, se chi in questi anni ha aiutato ogni giorni Luca nella sua coraggiosa testimonianza politica saprà farsi forte della stessa forza, e proseguire nella stessa determinazione che Luca ha insegnato. L’associazione ha una portata e una missione più vasta della stessa battaglia politica che i radicali sostengono oggi attraverso la Rosa nel pugno nel centrosinistra, Liberali-Riformatori nel centrodestra. L’idea di una battaglia che unisca diritti e ricerca, uomo e dono, valore della vita e dignità attraverso cui garantirla, ha bisogno di un forum capace di andare al di là di ogni alleanza politica protempore. Maria Antonietta e tutti coloro che hanno sostenuto Luca si facciano forza. Tenteremo di dar loro una mano.

23 febbraio 2006 – Oscar Giannino

Condividi la storia di LucaShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone
http://www.lucacoscioni.it/lucacoscioni/contenuti/estensioni/wp-accessibility/toolbar/css/a11y-contrast.css